martedì 14 agosto 2012

I MIEI LABORATORI ESPERIENZIALI




Gruppi esperenziali, gestaltici a mediazione artistica




Gruppi di crescita esperenziali ad approccio Gestaltico

Di cosa si tratta

Il gruppo è un luogo protetto, un’opportunità per sé ove sperimentare con libertà e fiducia le proprie modalità di vivere, le proprie difficoltà del momento, punti di forza e quelli di fragilità nel vivere le varie situazioni. 

Il gruppo di ascolto è condotto e gestito da personale altamente specializzato, il counsellor, che ha il compito di agevolare e facilitare il contatto della persona con le proprie emozioni e sensazioni, favorendone l’espressione e la comprensione, attraverso diverse modalità ed in relazione con gli altri partecipanti, restando sempre nel Quì ed Ora.
Egli accompagna la persona a ritrovare quelle risorse interiori che nei momenti di crisi sembrano perse ed introvabili. 

Il counsellor aiuta, attraverso prima di tutto il proprio esserci con autenticità, la comprensione empatica e tecniche specifiche, ad allenarsi insieme, come in una palestra, a migliorare le proprie concezioni di autostima, autoefficacia ed il proprio potenziale d'essere. Egli pone moltissima fiducia in ogni persona e nell’aiutarla la ritiene sempre il massimo esperto di se stessa. 

Il professionista facilita nel gruppo, la nascita di quell’atmosfera necessaria, ove gradualmente, tra i partecipanti, nasca fiducia e senso di potersi affidare concedendosi la possibilità di lasciarsi andare e liberare l’espressione di sé più autentica che permetta il confronto, l’ascolto reciproco e lo scambio di ruolo imparando l’uno dall’altro nella maniera più semplice nuovi modi di fare, altri punti di vista, nuove strategie utili. 

In un clima di fiducia si riesce a creare un bellissimo collante, fonte di immensa energia tra i partecipanti, attraverso cui, scambievolmente, ognuno si nutre e si accresce. 
Ognuno sperimenta così il proprio modo di porsi, relazionandosi con se stesso e con gli altri membri del gruppo, 
raggiungendo l’obiettivo principale di potenziare la propria consapevolezza, la percezione di sé, la fiducia, il senso di autoefficacia. 
Ogni membro ritrova e/o scopre le proprie risorse interne, migliora le relazioni con sé e con gli altri nei vari ambiti della vita: lavoro, coppia, figli, genitori, amicizia, amore, etc,etc. Potenziare il proprio sé ed il modo di stare al mondo, restando nel Qui ed Ora 

Il gruppo è un’ulteriore occasione di benessere, un dono che facciamo a noi stessi, un luogo di crescita individuale e collettiva, dove nascono forti sentimenti di reciproca comprensione e solidarietà. 

I gruppi di ascolto sono luoghi esperienziali ove è possibile attuare i cambiamenti migliorativi molto più facilmente e celermente rispetto agli incontri individuali, nei quali si apprende facendo esperienza mediante il confronto con gli altri partecipanti. 


La metodologia 

Il lavoro sarà leggero, mai invasivo, piena libertà. Il rilassamento e la creatività ci accompagneranno per tutta la durata del gruppo. Utilizzeremo un approccio che si servirà oltre che del confronto, di espressioni artistiche, quali disegno, pittura, scultura, collage, scrittura, musica, movimento corporeo. Tecniche che facilitano l’espressione emotiva attraverso le dimensioni della propria fantasia e della creatività, quella della propria corporeità e della socialità. A rafforzamento del proprio potenziale umano. Dipingeremo, teatralizzeremo, danzeremo senza preoccuparci del “saper fare”. Saremo il più possibile liberi come bambini che giocano. 

Il lavoro a fine incontro sarà importante ricchezza per ognuno. Si procederà per tema e/o liberamente a seconda della tipologia del gruppo ma anche di ciò che nascerà dal gruppo stesso ogni volta. La finalità è raggiungere gli obiettivi che ci saremo dati. 


L’esperienza nei gruppi consente di: 

  • · migliorare il confronto con sé e con gli altri attraverso una più efficace comunicazione 
  • · potenziare la percezione e conoscenza di sé e della realtà 
  • · incrementare autostima, il senso di autoefficacia 
  • · aumentare le possibilità di autorealizzazione 
  • · potenziare fiducia in sé e negli altri 
  • · imparare ad essere assertivi 
  • · favorire l’esplorazione dei propri vissuti 
  • · migliorare la conoscenza di se stessi 
  • · sviluppare fantasia e creatività 
  • · esprimersi liberamente a livello emotivo e dei sentimenti 
  • · acquisire consapevolezza del proprio corpo come propria Casa 

Principali regole del gruppo per il counsellor e per tutti i membri partecipanti. 

Nel lavoro di gruppo vigono regole sostanzialmente di buon senso rispettoso del vivere insieme. Esse sono semplici ma importanti che ogni membro deve osservare. 

Il counsellor ha il compito di verificare in ogni momento che questo avvenga. 

Intanto egli stesso è mosso dall’osservanza di regole supportate da un preciso quanto rigoroso Codice Deontologico che ne regola il lavoro. 

Alcune delle regole che egli deve osservare sono prima fra tutte : il segreto professionale, quindi una grande riservatezza, il rimanere sempre in un atteggiamento empatico e mai giudicante. Avere grandi doti di accettazione incondizionata. 

Controllare il rispetto del tempo che deve essere ben ripartito tra i partecipanti, in maniera tale che a tutti sia garantito un proprio spazio di espressione e di riflessione esperienziale. 

Regole per i membri del gruppo: ognuno è tenuto al massimo rispetto reciproco, a mantenere un comportamento mai giudicante rispetto alle altre persone ed ai vissuti narrati. 

Rispettare lo spazio di ognuno evitando di interrompersi a vicenda per lasciar esprimere senza accavallarsi con interventi che sarebbero solo disturbanti e non costruttivi. 

Rispetto massimo della puntualità negli orari e nel pagamento degli onorari, questi ultimo molto più economici rispetto ai costi dei colloqui individuali. 


Gruppi di ascolto attivi ove è possibile iscriversi

 “Mi racconto attraverso il colore”:

gruppo esperienziale dove rilassamento puro centrato sul respiro ed ascolto del proprio corpo e momenti di espressione artistica si fondono e favoriscono il contatto con sé e con i propri vissuti emozionali, attraverso immagini, segni, scrittura, colori e sensazioni corporee.
Il momento creativo è l’atto dell’esprimere il vero Sé. 
L’espressione artistica facilita con delicatezza la narrazione dei vissuti ed il contatto con le emozioni.
L’intero percorso, diviene un’affascinante palestra dove esperire il vero Sé.
 
“Donne ed Autostima” Alla ricerca di sé esplorandoci insieme. Gruppo di donne e per donne. Percorso di 8 incontri.

“Se l’Amore ferisce”
– Storie al femminile per curare le ferite del cuore. Percorso di 8 incontri
 Laboratori di pittura emotiva” – Percorso ad orientamento espressivo rivolto a bambini.
 Laboratori di pittura emotiva– Percorso ad orientamento espressivo rivolto ad adolescenti.
 Laboratori di pittura emotiva– Percorso ad orientamento espressivo rivolto ad adulti.

Dal mio percorso formativo, dal mio esperire e dalla mia sensibilità è nato un profondo interesse ed una particolare attitudine ad occuparmi di problematiche quali la malattia ed il lutto. Creo quindi, percorsi di accompagnamento nel processo di elaborazione del lutto o della malattia, al fine di ritrovare le proprie risorse interiori. 

Favorisco inoltre, la costituzione di gruppi di mutuo auto-aiuto. 

“La malattia come risorsa” - Incontri individuali e di gruppo con persone ammalate e le loro famiglie, con particolare attenzione all’oncologia 

“Donna più di prima” - Incontri individuali e di gruppo con donne che hanno o che stanno attraversando l’esperienza-incontro col cancro al seno e sfera sessuale. 

“Ti accompagno a dire addio” – Incontri individuali e di gruppo sull’elaborazione della perdita di una persona cara 

Scegli il gruppo al quale ti piacerebbe partecipare, regalati un percorso di autentico benessere e contattami telefonandomi e/o scrivendomi una mail, sarò felice di accoglierti e lavorare insieme.



sabato 11 agosto 2012

Counselling per il Benessere: CONSULENZE ON- LINE

Counselling per il Benessere: CONSULENZE ON- LINE
Modalità: Video-Chat Skype e mail

Il counselling online può essere un valido strumento in alternativa al counselling svolto di persona presso lo studio, in situazioni nelle quali sia difficile spostarsi da casa, se hai delle difficoltà motorie, se sei ammalato, o semplicemente se ti trovi più a tuo agio a casa tua.
Puoi scrivere al tuo counsellor in qualsiasi giorno e a qualsiasi ora, attraverso le email e/o attraverso la video chat di Skype
Questa comoda modalità ha tra gli altri un vantaggio che desidero sottolineare:
i dialoghi tra te ed il tuo counsellor possono essere lette e rilette quando e quante volte lo desideri e anche dopo molto tempo. E' utile poter elaborare il lavoro svolto anche a distanza di tempo per meglio elaborare e consapevolizzare le risonanze, le emozioni, le intuizioni, e tutto ciò che hai raggiunto durante il processo di aiuto. Potrebbe ritornarti estremamente utile se dovessi trovarti in situazioni analoghe a quelle affrontate, rafforzando il modo che hai usato per uscire da eventuali fasi critiche accompagnato dal tuo counsellor, ricordando le cose che ti ha rimandato e le tue modalità. 
Durante la mia formazione e la mia esperienza diretta ho acquisito numerose tecniche che mi aiutano a svolgere la mia professione di aiuto utilizzando la forma a distanza,  provando per la persona accettazione senza giudizio, comprensione profonda del tuo problema. massima riservatezza e tantissima considerazione ed in maniera autentica anche se non posso vederti di persona. Inoltre, nei primi contatti sarai informata/o circa le modalità di lavoro e le sue regole. 


Contattami: patriziacapozzi@virgilio.it

Contatto Skype: patrizia.capozzi

domenica 4 dicembre 2011

Dichiarazione d'amore e di stima per Sè



In tutto il mondo non esiste nessuno che sia come me.



Tutto quello che proviene da me è autentico, perché sono soltanto io a sceglierlo.

Io possiedo tutto di me, il mio corpo, le mie sensazioni, la mia bocca, la mia voce, tutte le mie azioni, che siano per gli altri o per me stessa.

Possiedo le mie fantasie, i miei sogni, le mie speranze, le mie paure.

Possiedo tutti i miei trionfi e successi, tutti i miei fallimenti ed errori perché IO possiedo tutto di me e Io sono in grado di riconoscere intimamente me stessa.

Facendo questo IO posso amarmi e diventare mia amica, in ogni mia parte.

So che ci sono aspetti di me che mi confondono, ed altri aspetti che non conosco - ma fino a quando continuo ad essere in amicizia ed in amore con me stesso e me stessa, IO posso cercare coraggiosamente e con speranza delle soluzioni alle incertezze e posso trovare strade per conoscere ancora di più su di me.

In qualsiasi modo io appaia e mi esprima, qualsiasi cosa io dica e faccia e qualsiasi cosa io pensi e senta, in un qualsiasi momento tutto ciò è ME, in maniera autentica.

Se in seguito alcune parti di come appaio, di come mi esprimo e di come io ho pensato, diventano sconvenienti, IO posso mettere da parte ciò che è sconveniente, tenere ciò che rimane ed inventare qualcosa di nuovo al posto di ciò che ho scartato.

Posso vedere, ascoltare, sentire, pensare, dire e fare.

Possiedo gli strumenti per sopravvivere, per essere vicina agli altri, per essere produttiva, per dare un senso ed un ordine là fuori nel mondo delle persone ed alle cose al di fuori di me.
IO possiedo me stessa ed allo stesso tempo posso ideare me stessa.

IO sono me ed IO SONO GIUSTA

Virginia Satir, 1975

giovedì 3 novembre 2011

"Quando l'amore fa male"

Counselling in Gruppo per potenziare l'autostima al femminile



Percorso di crescita e sviluppo interiore rivolto alle donne dai 18 anni in poi.



"Molte donne commettono l'errore di cercare un uomo con cui sviluppare una relazione senza aver sviluppato prima una relazione con se stesse; corrono da un uomo all'altro, alla ricerca di ciò che manca dentro di loro; la ricerca deve cominciare all'interno di sé. Nessuno può amarci abbastanza da renderci felici se non amiamo davvero noi stesse, perchè quando nel nostro vuoto andiamo cercando l'amore, possiamo trovare solo altro vuoto.

Dobbiamo guarire dal bisogno di dare più amore di quanto se ne riceva; guarire dal continuare a estrarre amore dal buco vuoto che c'è dentro di noi.

Una donna che ama troppo è abituata a caratteristiche e componenti negativi e si trova più a suo agio con questi che con il loro contrario."

R. Norwood

Percorso di crescita in gruppo composto di 10 incontri. Dedicato alle donne che vogliono regalarsi un momento di rilassamento e di confronto in uno spazio protetto e riservato, in un clima di fiducia, rispetto e accettazione reciproca ed incondizionata

Conduce Patrizia Capozzi, Counsellor Professional ad approccio Umanistico Integrato.

Si consiglia un abbigliamento comodo


Per informazioni ed adesioni scrivere al seguente indirizzo mail: patriziacapozzi@virgilio.it
oppure telefonare ai seguenti recapiti: 3395269159 e 3397343695

Vi aspetto donne!

Patrizia Capozzi



venerdì 10 giugno 2011

Le persone malate

Le persone malate sono per me come palloncini bianchi, eterei, leggeri tendono a librarsi lontano da quì. Faccio grandi salti per tenerli accanto un poco, per poco...per sempre...


P. C.

lunedì 25 aprile 2011

Counselling per il Benessere: Gruppo di aiuto sul lutto

Counselling per il Benessere: Gruppo di aiuto sul lutto

Gruppo di aiuto sul lutto

Gruppo di aiuto sul lutto

è uno spazio offerto al fine di incontrarsi 
confrontarsi per coloro che soffrono la perdita di una persona cara, uno spazio protetto gestito da counsellor professionista nel quale è possibile lasciarsi andare e finalmente dare voce al proprio dolore ed alle fasi da attraversare piuttosto che da soli in compagnia di persone che soffrono la stessa cosa con le quali condividere conforto, sofferenze e conquiste.
L’esperienza del gruppo, in un clima di fiducia può dar luogo a quello scambio profondo e reciproca divenendo strumento per riscoprire la propria forza vitale, le proprie risorse interiori momentaneamente smarrite, con un aricaduta positiva per sé e per l’intero gruppo.

Il gruppo è composto da un massimo di 12
partecipanti